Allegri vuole Dybala tuttocampista: spreco di talento o grande idea?

Allegri ha schierato più volte quest’anno Paulo Dybala nel ruolo che lui ama definire di “tuttocampista”, la Joya ha avuto qualche difficoltà ad adattarsi a questo nuovo ruolo soprattutto ad inizio campionato, ma adesso sembra aver cominciato ad interpretare meglio la nuova posizione.

La domanda quindi è se il nuovo ruolo scelto da Massimiliano Allegri per Dybala sia uno spreco del talento della Joya o possa essere una grande idea per renderlo ancora più forte. Ecco come la pensiamo noi:

Premesso che la Juve quest’anno ha 7 attaccanti di valore assoluto, sarebbe uno spreco non farne giocare almeno 3 (e in alcuni casi anche 4). Attualmente i tre prescelti sono: Dybala, Mandzukic e Ronaldo con Douglas Costa, Bernardeschi, Cuadrado e forse anche Kean che potranno dire la loro nel resto della stagione.

Paulo Dybala, per le sue caratteristiche, non è molto adatto a giocare da esterno, ruolo che invece può essere interpretato sia da Ronaldo che da Mandzukic, ma non da entrambi perché in questo caso dovrebbe essere Dybala la punta centrale (soluzione chiaramente non proponibile).

Ecco perché Mr. Allegri ha deciso di schierare Paulo “tuttocampista”, con questa soluzione, senza rinunciare all’equilibrio difensivo della squadra, possono convivere i tre attaccanti e anche due terzini di spinta, di cui uno (Cancelo) è quasi un attaccante esterno aggiunto. Inoltre, partendo da dietro, Dybala offre un’alternativa in più ai difensori per far partire l’azione, aiutando Pjanic nella costruzione del gioco.

Naturalmente non si poteva pretendere che la Joya entrasse da subito nei meccanismi del nuovo ruolo, ma soprattutto nelle ultime partite ha mostrato una grande crescita. Ad oggi manca ancora una maggiore lucidità nella scelta delle giocate (verticalizzare, tenere palla, velocizzare il gioco, tentare la giocata o non tentarla) e soprattutto mancano ancora i tempi perfetti di inserimento quando Mario e Cristiano creano spazi nell’area avversaria. Ma se la Joya trova questi due ultimi pezzi del puzzle arriveranno anche i suoi gol (che in campionato quest’anno ancora gli mancano) e la Juventus migliorerà di molto il proprio gioco.

In conclusione a nostro parere il ruolo di tuttocampista non deve essere visto come uno spreco del talento di Dybala ma come una grande occasione per diventare ancora più forte, ma il primo a crederci deve essere proprio Paulo, che potrà rinunciare a qualche gol per consacrarsi come il n. 10 di una Juve invincibile.

Se vuoi metti un Like o Condividi su Facebook: