Grazie Max! Ma per te e per la Juve è giusto iniziare un nuovo percorso.


Come Vi avevamo già annunciato diverse settimane fa, nel nostro articolo del 29 aprile, Allegri e la Juventus si sono detti addio. Dopo alcuni incontri tra Max, il presidente Agnelli e la dirigenza (nelle persone di Paratici e Nedved) la notizia è diventata ormai ufficiale, la prossima stagione Allegri non allenerà più la Juventus.

La prima cosa da dire è: Grazie Max! Noi siamo stati molto critici con Allegri (soprattutto perché non condividiamo la sua idea di calcio) ma bisogna ammettere che in questi anni abbiamo raggiunto insieme risultati eccezionali. E’ inutile ricordare i trofei vinti, ma basta dire che in questi ultimi 5 anni la Juve è stata costantemente tra i primi 8 club di Europa. Inoltre Max ha sempre avuto il merito di rispondere alle critiche (spesso provenienti anche da noi juventini) con i fatti e con i risultati del campo.

Detto questo, riteniamo che il ciclo di Allegri alla Juve fosse finito e che sia stato giusto per entrambi iniziare una nuova avventura.

L’errore da non commettere adesso è quello di aspettare l’arrivo di un allenatore che abbia l’obbligo di vincere la Champions. Non aveva questo obbligo Allegri e non deve averlo chi arriverà. Non esistono né Allenatori né giocatori che possono garantire la vittoria. Il dovere del nuovo allenatore sarà invece quello di far giocare gli uomini che ha a propria disposizione, nel modo migliore possibile. Le vittorie arrivano quando si fa tutto bene e se si è aiutati dalla fortuna.

Se vuoi metti un Like o Condividi su Facebook: