Juventus 1 – Genoa 1 – Due punti buttati e una lezione da imparare.


La Juventus pareggia 1 a 1 con il Genoa sul proprio campo e butta via 2 punti importanti nella 9ª giornata di Serie A. Speriamo almeno che questo “spreco” serva ad imparare un’importante lezione: “Partite come quella di oggi vanno chiuse prima”. 

Sappiamo benissimo che non si potranno vincere tutte le partite (non pretendiamo certo questo) e sappiamo bene che in settimana attende i bianconeri un’importante sfida di Champions. Diciamo anche che diversi giocatori erano acciaccati (vuoi per impegni con le rispettive nazionali, vuoi per infortuni precedenti), ma quando manifesti una così netta superiorità (come quella dimostrata dalla Juve nel primo tempo) non puoi fermarti o rallentare prima di aver chiuso definitivamente la partita.

La Juventus è passata in vantaggio con Cristiano Ronaldo al 18º minuto del primo tempo in cui ha avuto diverse occasioni per raddoppiare pur non concedendo nulla agli avversari. Il secondo tempo è cominciato bene ma dopo qualche minuto (come spesso accade alla squadra di Allegri) i bianconeri hanno arretrato il proprio baricentro, poca cattiveria, poca voglia di soffrire, un calo di concentrazione ed è arrivato al 67º il pareggio del Genoa con Bessa.

Non è la prima partita in cui la Juve si concede delle pause dopo il vantaggio, ma mentre nelle altre occasioni eravamo riusciti a cogliere ugualmente la vittoria, in questo caso a nulla è valsa la reazione, per altro molto confusionaria.

Naturalmente nessun dramma, 11 partite con 10 vittorie e 1 pareggio sono un risultato fantastico, ma la lezione deve essere imparata in fretta, perché certo si possono perdere punti per strada ma non come quelli persi oggi: Partite come quelle di oggi si devono chiudere prima senza rischiare di arrivare all’episodio che compromette tutto.

Se vuoi metti un Like o Condividi su Facebook: