La Juve vince 3 a 0 con il Frosinone: adesso Napoli è lontano e Madrid è vicina.

La Juventus vince 3 a 0 all’Allianz Stadium contro il Frosinone (grazie ai gol di Dybala, Bonucci e Cristiano Ronaldo) mentre il Napoli non va oltre lo 0 a 0 in casa contro il Torino. I bianconeri portano a +13 il vantaggio sulla squadra di Ancelotti che sembra aver ormai alzato bandiera bianca. Adesso Napoli è lontana mentre Madrid è molto vicina, la Juve incontrerà l’Atletico Madrid il 20 febbraio in una delle partite fondamentali di questa stagione.

L’Atletico sarà un duro ostacolo ma la partita con il Frosinone ha portato in dono ad Allegri notizie confortanti (oltre ai 3 punti in classifica):

  1. Bonucci e Chiellini sono tornati e sembrano aver recuperato bene dai rispettivi infortuni. La loro presenza è la notizia migliore per tutti i juventini.
  2. Dybala ha segnato un gol fantastico e ha disputato una delle sue migliori partite di quest’anno, con l’Atletico (squadra che sa chiudersi benissimo) i suoi colpi saranno utilissimi, sia che il Mister decida di schierarlo dall’inizio, sia che lo faccia entrare a partita in corso.
  3. La condizione fisica di tutta la squadra è in ripresa, non si può sostenere un impianto di gioco come quello della Juventus se in campo non corrono tutti al massimo per 90 minuti.
  4. Allegri e i calciatori hanno fatto tesoro degli errori commessi, il mister ha capito che in alcune situazioni i due centrali (soprattutto se non si chiamano Chiellini e Bonucci) non possono reggere il peso di tutta la fase difensiva e che nei casi di difficoltà è necessario rinunciare ad un terzino di spinta inserendo De Sceglio che garantisce maggiore copertura. I giocatori hanno capito che c’è un momento per le giocate rischiose e un momento per le giocate semplici.

Chiaramente, con tutto il rispetto per il Frosinone, la partita con l’Atletico Madrid sarà una battaglia molto più dura ma era importante arrivarci con una buona iniezione di fiducia, quindi tutti a Madrid per dare il massimo!

Se vuoi metti un Like o Condividi su Facebook: