Il VAR salva l’Inter con il Parma e penalizza la Juve a Lecce

La Juventus viene fermata a Lecce (1 a 1) a causa delle tante occasioni fallite ma anche per un rigore troppo generoso concesso ai padroni di casa. A Milano l’Inter viene salvata dal VAR che vede regolare un gol che a tutti appare in fuorigioco.

La Juventus spreca tantissimo e la colpa del pareggio è unicamente dei bianconeri che non sono riusciti (per sfortuna e per imprecisione) a trasformare le tante occasioni prodotte. Il rigore del pareggio leccese è però a nostro avviso inesistente, anche con le nuove regole.
La posizione delle mani di De Ligt è lungo il corpo, congrua con il movimento del difensore, inoltre non era possibile evitare l’impatto vista la vicinaza con il giocatore leccese che devia il pallone. Naturalmente tutte le polemiche (immotivate) della settimana scorsa hanno compiuto il loro dovere. Arbitro e VAR, dopo quanto successo a Bologna, hanno pensato bene di non rischiare e per evitare discussioni, critiche e polemiche basta fischiare contro la Juve.

A Milano invece il Var vede come regolare il gol del pareggio interista (2 a 2 con il Parma), gol che a tutti appare in fuorigioco. Non vogliamo mettere in discussione il parere del VAR, ma la domanda è questa:

Cosa sarebbe successo se il VAR avesse concesso alla Juventus un gol come quello concesso oggi all’Inter?

Se vuoi metti un Like o Condividi su Facebook: